Qualifica e certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive
Hai dei dubbi sulla Norma ISO 9712 ?

Poni il tuo quesito, ti daremo la nostra risposta.

info@iso9712.com
Domande e Articoli
Maggio: 2019
L M M G V S D
« Giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Esame di Qualificazione

L'esame di qualificazione deve trattare un metodo PND specificato come applicato in un settore industriale o in uno o più settori di prodotto. L'organismo di certificazione deve definire e pubblicare il tempo massimo concesso al candidato per completare ciascun esame, che si deve basare sul numero e sulla difficoltà delle domande. Il tempo medio concesso per le domande che richiedano risposte descrittive deve essere determinato dall'organismo di certificazione.

Esame Generale

L'esame generale deve comprendere unicamente domande scelte a caso dalla raccolta di domande di esame dell'organismo di certificazione o dall'organismo di qualificazione autorizzato valide alla data dell'esame. Al candidato deve essere chiesto di rispondere come minimo al numero di domande a risposta multipla indicato nella tabella 1.

Salvo ove diversamente specificato da regolamenti nazionali, per il controllo radiografico deve essere effettuato un ulteriore esame sulla protezione delle radiazioni.

Gli esami sul controllo radiografico possono includere sia i raggi X sia i raggi gamma, oppure entrambi, a seconda della procedura dell'organismo di certificazione.

Tab. 1 Numero minimo richiesto di domande – Esami generali

Metodo PND Numero di Domande
AT,ET,TT,RT,UT 40
LT,MT,PT,ST,VT 30

 

Esame Specifico

L'esame specifico deve comprendere unicamente domande scelte dalla raccolta di domande specifiche dell'organismo di certificazione o dell'organismo di qualificazione autorizzato relative al(i) settore(i) interessato(i), valide alla data dell'esame.

Durante l'esame specifico, al candidato deve essere chiesto di rispondere ad almeno 20 domande a risposta multipla, comprese le domande concernenti calcoli, procedure PND e domande su codici, norme specifiche.

Se l'esame specifico copre due o più settori, il numero minimo di domande deve essere almeno 30, equamente distribuite fra i settori di prodotto o industriali interessati ( vedere appendice A).

 

Esame Pratico

L'esame pratico deve comportare la realizzazione della prova su provini prescritti, la registrazione ( e, per i candidati di livello 2, l'interpretazione ) dei risultati con il grado di dettaglio richiesto e la verbalizzazione dei risultati nel formato richiesto. I provini utilizzati per finalità di addestramentonon devono essere utilizzati per gli esami.

Ogni provino deve essere identificato in modo univoco e avere una scheda di identificazione che comprenda tutte le regolazioni delle attrezzature utilizzate per rilevare le discontinuità specificate contenute nel provino stesso, che deve essere identificato in modo univoco da un'appropriata marcatura permanente per assicurare che sia completamente rintracciabile.

I provini devono essere specifici del settore, simulare geometrie di campo e devono contenere discontinuità rappresentative di quelle che hanno probabilità di verificarsi durante la fabbricazione o il servizio. Possono essere naturali, artificiali o inserite. Per gli incarichi di valutazione di livello 2, si possono usare una serie di dati o filmati invece di veri provini.

Il candidato di livello 1 deve eseguire le istruzioni PND fornite dall'esaminatore.

Il candidato di livello 2 deve selezionare la tecnica PND applicabile e determinare le condizioni operative in base a un dato codice, norma o specifica.

I candidati di livello 2 devono redigere almeno una istruzione PND adeguata per il personale di livello 1, per un provino selezionato dall'esaminatore.

Il tempo massimo concesso raccomandato per questa parte dell'esame è di 2 h.