Qualifica e certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive
Hai dei dubbi sulla Norma ISO 9712 ?

Poni il tuo quesito, ti daremo la nostra risposta.

info@iso9712.com
Domande e Articoli
Aprile: 2018
L M M G V S D
« Feb   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Bandi pubblici richiesta di certificazione UNI EN ISO 9712 per il personale addetto alla prove non distruttive in edilizia

Buongiorno,

Siamo un’impresa edile con operatori certificati e ci troviamo spesso nella condizione di partecipare a bandi pubblici in cui non richiedono la certificazione uni en iso 9712 per il personale addetto alle pnd. Il nostro quesito è: è lecito pubblicare bandi di gara su indagini diagnostiche senza richiedere la certificazione del personale?

Nel caso in cui fosse obbligatorio, qual è l’articolo di riferimento della norma che descrive tale obbligo?

Ringraziamenti.

Rimaniamo in attesa di una vostra gentile risposta.

Buongiorno,

la risposta alla sua domanda è la stessa per il quesito ricevuto un paio di giorni prima e che può trovare a questo link: https://www.iso9712.com/2018/04/affidamento-lavori-pubblici-prove-non-distruttive-edilizia-certificazione-iso-9712/

Sarebbe un errore citare la norma ISO 9712 per le prove non distruttive del campo edile in quanto non previste dalla norma.

Affidamento lavori pubblici prove non distruttive edilizia e certificazione ISO 9712

Buongiorno,

volevo sottoporre alla vostra attenzione un quesito urgente:

è intenzione di questa Provincia procedere all’affidamento di un servizio di seguito specificato riguardante edifici scolastici:

N. 3 Prove di carico a spinta su elementi strutturali orizzontali o sub-orizzontali dei quali si vogliono conoscere dati caratteristici quali portanza, tipo di vincolo, linearità, ripetibilità,permanenza, che risultano incogniti, ovvero da collaudare, costituente nell'applicazione di forze statiche concentrate ripetute attraverso uno o più martinetti oleodinamici opportunamente ancorati alle strutture inferiori, al fine di distribuire su una striscia di struttura lo stesso momento flettente massimo dovuto al carico distribuito o concentrato di esercizio. Sono compresi: la rilevazione in tempo reale di almeno 5 deformate dell'elemento in prova di cui 2 in direzione trasversale all'asse principale dello stesso elemento (al fine di misurare l'eventuale collaborazione di elementi affiancati), a mezzo sensori di deformazioni montanti su aste telescopiche; l'effettuazione di almeno 4 cicli di carico e scarico con rilevazione delle deformate suddette. E' compreso quanto altro occorre per dare i risultati delle prove completi. Modalità di esecuzione della prova con 2 martinetti

Stato di consistenza dell’intradosso dei solai di orizzontamento indagati da prove di verifica del quadro fessurativo e degli ammaloramenti.

 

E’ obbligatorio avere l’abilitazione alla norma 9712 per espletare le prestazioni sopracitate? Se si quale livello occorre?

In base a quale legge è obbligatoria l’abilitazione?

 

Rimanendo in attesa di un cortese riscontro si porgono cordiali saluti.

 

ing. ………………..

Responsabile U.O. Edilizia

Settore Viabilità, Edilizia, Ambiente e Sistemi Pubblici Locali

Provincia di ……….

La norma ISO 9712 non contempla le prove non distruttive applicate al settore edile. Per tali prove gli organismi di certificazione hanno attuato dei regolamenti interni che regolano un meccanismo di certificazione basato sul buon nome degli stessi organismi. I regolamenti prendono spunto dalla norma ISO 9712 riprendendo tutti i concetti base come Livelli di certificazione, ore di formazione, mesi di esperienza, ecc ma la certificazione che ne esce non ha nulla a che vedere con lo schema ISO 9712.

Per fare un esempio, non esiste un operatore certificato in Martinetti piatti secondo ISO 9712 o perlomeno non dovrebbe esistere.

Detto questo alla scrivente non risulta che ci siano norme o leggi che obblighino la certificazione del personale per le prove in edilizia. Una tale richiesta sarebbe anche difficile da formulare visto che i regolamenti sono specifici di ciascun organismo di certificazione e seppur simili dovrebbero essere citati singolarmente o in alternativa la legge dovrebbe scegliere uno specifico operatore di settore il cui regolamento sia soddisfacente per il legislatore.