Qualifica e certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive
Hai dei dubbi sulla Norma ISO 9712 ?

Poni il tuo quesito, ti daremo la nostra risposta.

info@iso9712.com
Domande e Articoli
Marzo: 2017
L M M G V S D
« Dic   Apr »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

La norma UNI EN ISO 9712 è riconosciuta in Svizzera ?

Salve, sono un tecnico termografico certificato 2° livello alle PND.
La norma UNI 9712 è riconosciuta in Svizzera? posso certificare in questo paese?
Ringraziando anticipatamente per la risposta porgo i miei più distinti saluti.

La svizzera fa parte del CEN quindi dovrebbe essere recepita da SNV ( equivalente svizzero dell'UNI ).

Inoltre non bisogna dimenticare che è il cliente a decidere gli standard per il controllo e quindi è una domanda andrebbe rivolta a quest'ultimo.

Ad esempio in Italia nelle officine che lavorano con gli Standard ASME la ISO 9712 non è idonea. 

Visita oculistica e trattamento dati sensibili per la Privacy

Con riferimento all’oggetto vorrei sapere come si può conciliare il rispetto delle norme sulla privacy, in merito al trattamento dei dati sensibili del personale addetto ai controlli non distruttivi, e l’esigenza di conservare ed esibire i certificati di acuità visiva  ai Certificatori ISO o ASME.

Il medico competente sostiene che noi dovremmo conservare solo un certificato di idoneità alla specifica mansione perché, nel momento in cui, dal certificato di acuità visiva, risultasse che il soggetto non ha i normali requisiti, si configura per quest’ultimo una patologia e quindi l’Azienda e il Certificatore verrebbero a conoscenza del suo stato di salute.

Come possiamo risolvere questo problema?

 

Ringrazio anticipatamente per una Vs/sollecita risposta.

Buongiorno, 

il problema sollevato sulla Privacy non è di mia competenza e quindi mi limito a rispondere con un suggerimento.

La norma richiede che 'operatore superi gli esami oculisti previsti quindi quello che richiedono gli ispettori sostanzialmente è se la persona è idonea o meno a questa mansione.

Una persona che non è idonea semplicemente non può fare il controllo e quindi non servono ulteriori spiegazioni, mentre se una persona esegue i controlli dovrà semplicemente esibire un documento che specifichi gli esami fatti ( jager 1, tavole di ISHIHARA, tavole dei grigi ) e che siano stati superati con o senza occhiali. Le eventuali patologie riscontrate dal medico non devono essere scritte nel documento.

Non credo che questo sia un ostacolo per la privacy almeno che anche l'uso di lenti rientri tra i dati sensibili.

Rimane solo un caso dubbio, quando una persona vede solo da un'occhio. In questo caso non so se tale indicazione rientri tra i dati sensibili ma credo che dal punto di vista della sicurezza in un ambiente di lavoro sarebbe meglio che tutti siano informati di una problematica di questo tipo. ( forse non sarà corretto dal punto di vista legale ma sicuramente più sano per tutti )